Il film della settimana

SULLA MIA PELLE – Alessio Cremonini

Alessandro Borghi è Stefano Cucchi,
il film segue Stefano, per paura o per orgoglio non dice quello che è successo.
in una settimana lo lasciano morire, sembra che nessuno capisca quello che sta succedendo.
come alla scuola Diaz e a Bolzaneto, ma non solo, fra i tutori dell’ordine, fra chi deve proteggere tutti, ci sono assassini, sadici, e delinquenti violenti oltre ogni dire.
Alessandro Borghi si spegne come una candela, nell’indifferenza (altro…)

Lucky – John Carroll Lynch

un vecchietto di 90 anni fa la sua vita tranquilla, vive solo, a casa, nel paese tutti lo conoscono, la mattina passa alla tavola calda, le sera al bar.

ha sempre con sé i cruciverba, perché le parole sono importanti, e tutti hanno qualcosa da raccontare, parole da regalare.
un giorno, all’improvviso, comincia ad avere paura della morte, del vuoto, del niente, e un abbraccio aiuta.
e quando lo invitano alla festa di un bambino (altro…)

Don’t worry, He Won’t Get Far on Foot – Gus Van Sant

Robin Williams avrebbe voluto interpretare Callahan, venti anni fa, poi non se n’è fatto niente, peccato, sarebbe stato l’attore perfetto.

nel film di Gus Van Sant il protagonista, eccezionale, è Joaquin Phoenix, insieme ad altri grandi attori, come Jonah Hill, il guru che lo aiuta a disintossicarsi, triste e disponibile, con una sua ricetta per lasciare l’alcool, e anche Jack Black, nella seconda parte è veramente bravo e toccante.

fare arrabbiare chi non apprezzava le sue vignette era la specialità di Callahan, e c’era chi gliele pubblicava, meno male.

il film non è mai patetico, e neanche strappalacrime, è la storia della rinascita, accettazione, perdono, di sé e degli altri, di un uomo alcolista, verso la lucidità.

non è un capolavoro, ma quegli attori lì valgono il prezzo del biglietto, non ve ne pentirete.

ps: già nel 2012 Joaquin Phoenix era nelle ani di un santone, in The Master, diPaul Thomas Anderson (il santone era Philip Seymour Hoffman)

https://markx7.blogspot.com/2018/09/dont-worry-he-wont-get-far-on-foot-gus.html

Francesco Masala

I cannibali – Liliana Cavani

Antigone nel 1969, a Milano.

tempi tragici, con i morti che insanguinavano le strade, nel film le autorità non permettono la rimozione dei morti, devono servire da monito per tutti.

qualcuno si ribella alla non umanità del potere, storia antica, e sempre attuale, i giovani sopratutto sono i più disponibili a rischiare, hanno meno paura, meno da perdere.

ed è straordinaria l’attualità dell’Antigone di Sofocle, questa volta in un futuro che è oggi, un futuro possibile, dietro l’angolo.

bravissimi gli attori, tra gli altri Pierre Clémenti, Britt Ekland e Tomas Milian. 

in certi momenti sembra di stare in un film di Elio Petri.

buona visione, non ve ne pentirete – Ismaele


QUI il film completo

Francesco Masala

Notte sulla città (Un Flic) – Jean Pierre Melville

l’ultimo film di Melville è sempre un gran film.
Alain Delon è ancora il protagonista, questa volta un poliziotto con le sue regole e le sue intuizioni.
tutti sono bravissimi, merito del direttore d’orchestra Melville, che sa come si fa.
due rapine come poche, in un film solo, come privarsene?
buona visione – Ismaele

QUI il film completo, in italiano

https://markx7.blogspot.com/2018/08/notte-sulla-citta-un-flic-jean-pierre.html

Francesco Masala

Bella e perduta – Pietro Marcello

 

Tommaso Cestrone, l’attore protagonista interprete di se stesso, curatore della reggia borbonica, è morto nella notte di Natale del 2013, Gesuino, un pastore sardo che declama poesie mentre le pecore pascolano, Pulcinella, che lega vivi e morti, e poi c’è il bufalo parlante di nome Sarchiapone (la parola sarchiapone appare per la prima volta nel Cunto de li cunti, di Giambattista Basile, ed è un animale famoso per uno straordinario (altro…)

Vivere (Ikiru) – Akira Kurosawa

come allora, ai tempi del film, la burocrazia comanda, ciascuno è un ingranaggio di una macchina impersonale, e nessuna si chiede più cosa può fare, si accontenta di essere una rotella dell’ingranaggio, non si fa più domande, non sa più sognare la possibilità di un’alternativa. Vivere è un film senza scadenza, e tutti lo possono capire. e se al soggetto si aggiunge una sceneggiatura perfetta e una regia di un autore che sta nell’Olimpo dei registi, ecco perché non si può non vedere questo film. ma se sei contento con i film a colori e solo quelli, se hai voglia di ridere, quando guardi un film, di rilassarti, di ingannare il tempo, il consiglio è di lasciar perdere Vivere. per i pochi altri, buona visione.

 

QUI il film completo in italiano

Francesco Masala

Hereditary – Le Radici del Male – Ari Aster

il film inizia con un funerale, e poi succede di tutto, quello che vedono i personaggi neanche loro sanno se è vero, e noi neppure.

una famiglia normale, madre, padre, e i due figli, è appena morta la nonna.

tutti hanno un destino, molti non lo sanno, questa è l’ereditarietà del titolo, solo pochi sanno, o lo sapranno, che dovranno fare delle cose.

il ritmo del film, delle domande, e delle risposte, quando possibili, crescono di minuto in minuto, e quello che sembrava impossibile è vero.

tutti bravissimi, Toni Collette di più.

il cinema avrà anche l’aria climatizzata compresa nel prezzo del biglietto, non perdetevelo, è più bello di quello che vi immaginate (tra l’altro è un’opera prima)

Francesco Masala

Transsiberian – Brad Anderson

un film formidabile, con bravissimi attori e un grande regista. si inizia sorridendo, ma si continua in un incubo senza fine. chi si annoia in un film così si faccia visitare da un esperto. a me è piaciuto moltissimo (e anche al 91% delle recensioni di Rottentomatoes). non fartelo scappare, non ti deluderà

 

ecco il film completo: https://www.raiplay.it/programmi/transsiberian/ 

Francesco Masala

Il sacrificio del cervo sacro – Yorgos Lanthimos

non mi convince questo film, Lanthimos è bravo, gli attori sono bravi, la storia è forte, ma ancora non mi convince.
magari sarà per la totale mancanza d’ironia, tutto è troppo geometrico, senza vie d’uscita, senza imprevisti.
siamo nel 21^ secolo, ma il mito, implacabile, vince sempre.
sensi di colpa, passività, rassegnazione, impotenza vincono a mani basse, senza nessuna reazione, Steven aspetta l’ineluttabile.
il film è da vedere, e ognuno capirà se e quanto il film (altro…)

The Whistleblower – Larysa Kondracki

se il cinema potesse cambiare il mondo le cose terribili descritte nel film cesserebbero subito.
al massimo si può raccontare una storia e sostenere tutti i/le whistleblower del mondo.
l’agente Bolkovac (Rachel Weisz) scopre cose che mai avrebbe immaginato, cose terribili.
e resti senza parole, dopo aver visto questo film necessario, che continuano a esistere dappertutto tutti i giorni.
intanto Pangloss, maestro di Candido, ripete che viviamo nel migliore dei mondi possibili.
buona visione – Ismaele

QUI il film completo, in italiano

Francesco Masala

Alucarda – Juan Lopez Moctezuma

una storia di diavoli nei corpi di giovani ragazze, suore abbastanza cattive, un esorcista violentissimo, morti quanto basta, mistero, violenza, amore nel giusto mix, attrici bravissime, un regista che si era fatto le ossa con Alejandro Jodorosky, citazioni numerose, ma non disturbano, il tutto in poco più di un’ora, da vedere e rivedere.
non adatto per i cinema parrocchiali, ca va sans dire.
godetene tutti, buona visione.

QUI il film completo in spagnolo

QUI il film completo in inglese, con sottotitoli in portoghese

Francesco Masala

 

El castillo de la pureza – Arturo Ripstein

Gabriel Lima sembra un bravo padre di famiglia, che è una piccola impresa familiare che produce, in nero, topicida.
il padre è un padre padrone, e col passare dei minuti si scopre cosa significa il concetto che la famiglia è una prigione.

il padre è fuori di testa, solo lui tiene i rapporti con l’esterno (bisogna pur vendere il topicida), la madre è suddita e complice, piove sempre, i bambini giocano fra di loro, sanno che esiste un fuori, ma sono rassegnati.

l’idea del film è straordinaria, ma nella realtà quella storia era già successa, in Messico.

il film è sconvolgente e unico, insomma, un capolavoro.

guardalo, non te ne pentirai, promesso – Ismaele

QUI il film completo, in spagnolo, con sottotitoli in inglese

https://markx7.blogspot.com/2018/06/el-castillo-de-la-pureza-arturo-ripstein.html 

Francesco Masala

Torna all'inizio