admin

admin

(14 commenti, 1070 articoli)

Questo utente non ha condiviso alcuna informazione del profilo

Articoli di admin

PALLIDA MADRE (berlino, inquietudine di una figlia adottiva)

il titolo cui affido queste righe è preso da una poesia di bertolt brecht, che poi è diventato anche il titolo di un film importante; qui io intendo soltanto lasciare per me una traccia di un breve soggiorno a berlino, a metà gennaio: solo le mie impressioni, perché a suo modo questa città impressiona; solo la mia motivazione a percorrerla, perché un luogo senza motivazione non è un luogo; solo la sua identità, perché è questa la condizione più enigmatica di quella che da quasi quattro secoli è la (altro…)

L’IMPERO FRANCESE E’ FEROCE. GIUSTO. MA DA CHE PULPITO VIENE LA CRITICA

Sarkozy, Holland ed ora Macron, è vero, hanno attuato politiche terroriste in questi ultimi anni. Dalla distruzione della Libia che stava progettando una nuova moneta e banche di investimento in diverse aree del Continente1) alle bande di assassini gestite da Holland che hanno devastato il Mali ed il Centrafrica2) ed alla perpetuazione del dominio politico, economico, monetario sulle sue 14 “colonie” africane e su quelle oltre Oceano, dominio particolarmente feroce ed inusuale nella neo-colonizzazione (altro…)

DEI CURDI SI INTERESSA RENZI. PERCHE?

Le preoccupazioni di Matteo Renzi1) sono in effetti le preoccupazioni dell’Unione Europea che non sono interessate né alla sorte del popolo curdo né alla lotta contro lo stato islamico bensì alla guerra contro la repubblica siriana che ha dovuto difendersi anche ieri con le sue batterie anti-missilistiche2)contro gli attacchi di Israele, fedele alleato dell’ Italia e della UE.
Il ritiro dei soldati americani (2.000 circa) comporterebbe per i Curdi la necessità di accettare la sovranità di Damasco sui territori da loro conquistati, sia per allentare l’aggressività del Sultano ( una volta che fosse scongiurata l’indipendenza curda) sia per far fronte, grazie all’esercito regolare siriano, agli attacchi dello stato islamico, che contrariamente (altro…)

A CHE COSA SERVONO I VECCHI E LE VECCHIE

Non so se la questione interessi i politologi e i politici.
Di sicuro interessa gli archeologi e i venditori di oggetti usati. Non so se siano interessati i giovani che pensano magari che è una faccenda che non li riguarda.
Fatto sta che me la cosa interessa. In effetti la vecchiaia può essere considerata una disgrazia, tanto che Shiva fu costretto ad incarnarsi ed essere conosciuto dalle genti come Budda, proprio allo scopo di alleviare gli esseri umani appunto da tanta disgrazia.

Comunque non scherziamo. I politici se ne interessano e anche molto. Va da sè che la questione non riguarda i potenti e i ricchi che possono eliminare dal loro vocabolario il termine e semmai usare l’espressione (altro…)

ARRIVEDERCI, ROSA (dare ai giorni e ai mesi un qualche senso)

le nebulose e i licheni non fanno attenzione ai calendari, ma nel grande universo ci sono creature che hanno elevato i calendari ia potenze divine, e che con questa sciocca illusione presumono di governare il tempo;

stando a questo gioco la porta (ianua, genna, ecc.) stanotte si è aperta, siamo infatti a genn-aio e quindi è il caso di aggiornare la propria significazione dei giorni e lo spazio intorno: io ho qui tre piccoli indizi;

il primo indizio è frivolo, e deriva dalla mia diffidenza nei confronti dei calendari nuovi e dalla mia fiducia nei calendari vecchi, con le loro immagini che mi erano diventate quotidiane: bene, se avete conservato un calendario del 2013 sappiate che lo potete riutilizzare ora tal quale: anche allora il primo gennaio era martedi, e anche allora dietro gli auguri si facevano scongiuri;

il secondo indizio riguarda l’espulsione degli onorevoli di falco e moi dal movimento cinque stelle; mesi fa, con la nave diciotti alla gogna nel porto di catania, scrissi un lamento in fb e lo intitolai “di falco, cazzo”; ora io sono lieto di questo epilogo, e tanto più lo sono in quanto è incorsa nell’espulsione anche la parlamentare europea giulia moi, sarda, che ho conosciuto quattro mesi fa in una strada di roma, di fronte all’ambasciata saudita: eravamo lì per una conferenza stampa, in quattro gatti grigi nella mattina grigia per rilanciare la campagna sulla fabbrica di bombe rwm, sita in sardegna e grande mamma della guerra in yemen: angelo cremone, matteo murgia, vincenzo miliucci, io, e giulia moi venuta di proposito da strasburgo; ok, benvenuti, comandante di falco e giulia moi, buon anno da tutti noi;

il terzo indizio riguarda appunto “tutti noi”: e chi è tutti noi?

tutti noi è il 15 gennaio, e precisamente il 15 gennaio 1919, cento anni fa due mesi dopo la fine della grande guerra, sotto il cielo plumbeo di berlino: 15 gennaio, la mattina in cui rosa luxemburg e karl liebknecht furono assassinati, e proprio nei giorni in cui poteva essere rifondata la pace si spalancarono per l’europa e il mondo gli abissi;

mi auguro di poter andare a berlino fra una decina di giorni, per i cento anni del nostro lungo inverno da allora, e per la nostra primavera; a volte è necessario aprire davvero gli occhi, e rendersi conto della opposizione delle direzioni; come si espresse lei, la grande rosa luxemburg, socialismo o barbarie

Gian Luigi Deiana

(altro…)

Cold War – Pawel Pawlikowski

uno splendido bianco e nero, nel dopoguerra quando ancora i colori al cinema mancavano.
una storia politica, musicale, d’amore.
Wiktor e Zula si inseguono per molti anni, non si dimenticano mai.
riescono a viaggiare, privilegiati per quei tempi, fino a Parigi, e lì si incontrano ancora.
Pawel Pawlikowski è il regista diIda, i due film hanno qualche somiglianza, si vede che sono girati dalla stessa mano, io preferiscoIda.
ma parliamo di super film, se Ida è da 10,Cold Warè comunque da 9.
non perdetevelo.
https://markx7.blogspot.com/2018/12/cold-war-pawel-pawlikowski.html

Francesco Masala

SALVINI ? C’E’ DI PEGGIO…UN VENTO GELIDO SOFFIA IN OCCIDENTE

Il governo gialloverde ormai si è definito. Una volta eletti leghisti e pentastellati, non si capiva bene dove l’animale politico di nuova formazione potesse andare.
Grandi timori tra le file reazionarie (in particolare UE e PD con le sue filiali politiche e mediatiche) 1) E grandi speranze tra coloro che li avevano votato e tra i militanti antagonisti sprovvisti di strumenti teorici adeguati come solo una militanza politica di vecchia data e come solo una teoria dialettica raffinata poteva fornire ( Marx, Gramsci, Luxemburg, Sweezy, Samir Amin…).
Ora credo che non ci siano più dubbi. Governo di stagnazione economica (altro…)

CONTRO IL GELIDO INVERNO DELLA TEOLOGIA NARCISISTA

Nonostante l’austerity e i progetti Ue e Gialloverde di continuare nella politica di svendita del patrimonio industriale e pubblico e di crescita della disoccupazione REALE, con abbassamento della capacità di acquisto della piccola borghesia e dei ceti popolari più svantaggiati, le luminarie primeggiano, assieme allo sfarzo di colori luccicanti delle vetrine dei negozi nei grandi centri abitati come nei più piccoli. Una festa per gli occhi e anche per le orecchie deliziate da musiche accattivanti.
Sembra che, nella “promenade”, tra le folle alberghi o si sviluppi (altro…)

A URI

tanto tempo fa capitai per caso a monteleone roccadoria, che è un paese piccolo piccolo in cima a una collina ripida e conica; proprio in cima in cima c’è un piccolo campo di calcio e c’erano bambini a giocare; uno di questi tirò molto alto e il portiere gli gridò, vedendo la parabola del pallone: ”eh, a uri mì”; uri è un paesone a valle, a circa mezz’ora di macchina;

che c’entra questo? boh, non c’entra niente, salvo che in cuor mio io non so dire auguri, però da quel casuale pomeriggio dire ‘a uri’ mi piace, sia in senso augurale, cioé siate capaci di volare, sia in senso (altro…)

Old Man & the Gun – David Lowery

Robert Redford, nel suo film d’addio, interpreta un fuorilegge gentile.

Robert Redford, Casey Affleck, Sissy Spacek, Danny Glover, Tom Waits insieme sono una gioia per chi guarda, e la banda dei rapinatori vecchietti si ricompone per questo film.

niente violenza e intolleranza a banche e polizia sono le regole della banda, non sempre tutto va bene, ma è sempre uno spettacolo.

anche il poliziotto è stupito e affascinato dal modus operandi della banda,un’americanata, fatta come si deve, non perdetevela.

https://markx7.blogspot.com/2018/12/old-man-gun-david-lowery.html

Francesco Masala

QUESTO NON E’ UN GOVERNO CHE”SI CALA LE BRAGHE”

Non è di solito il mio linguaggio. Ho riportato una tale espressione perché pronunciata dal “nostro” leader nazionale che, in questa fase, ricopre occasionalmente l’incarico di ministro dell’interno. Matteo Salvini è abile…sa che bisogna procedere per gradi…il premierato può aspettare…trasportato al governo, tramite il compiacente taxi pentastellato, se ne sbarazzerà al momento opportuno perché sotto la sua ala ritorni in auge chi, in fondo, è stato uno dei suoi maestri: il grande amatore (altro…)

SPERA EBBASTA (una lezione fuori programma)

sono passati dei giorni dalla vicenda della discoteca di corinaldo e i morti, come sempre, vanno dove vengono portati; che davvero essi possano trovare una qualche pace dipende dal monito che ne possono trarre i vivi;

dopo aver potuto assistere allibiti alle immagini del crollo della struttura, sta capitando a tutti, ora, di tastare con mano la qualità dello spettacolo che vi era ospitato;

e dunque, come sempre succede quando ci si trova a restare sconcerati (altro…)

MIRACOLO AD ALEPPO

E’ vero. Siamo sotto Natale e le donne e gli uomini diventano buoni, naturalmente a parte qualche genocidio di qua o di là in Afghanistan, in Sud Sudan, in Palestina, in Yemen, in Siria…qualche tentativo di colpo di stato in Venezuela, in Nicaragua…
Vi sono fatti nuovi che fanno ben sperare per l’anno prossimo. Credo per la prima volta, per fare un primo esempio, che la gran cassa dei media non solo nostrani hanno parlato di un attacco chimico che (altro…)

admin's RSS Feed
Torna all'inizio