4 dicembre 2021 NO DRAGHI DAY – Giornata nazionale di protesta. In Sardegna: SIT IN a CAGLIARI e SASSARI sabato 4 DICEMBRE 2021 – CAGLIARI: via Roma ore 16.00 (fronte Consiglio Regionale) – SASSARI: piazza Palazzo ore 17.30

Appello del sindacalismo di base e conflittuale

4 dicembre 2021 NO DRAGHI DAY

Giornata nazionale di protesta

 

Contro le misure economiche del governo Draghi:

Manifestazioni nelle principali città: contro licenziamenti, privatizzazioni, delocalizzazioni e carovita. Per la giustizia climatica e sociale.

 

In Sardegna: SIT IN a CAGLIARI e SASSARI

sabato 4 DICEMBRE 2021

CAGLIARI: via Roma ore 16.00 (fronte Consiglio Regionale) – COBAS Sardegna, Cobas Scuola Cagliari, USB

SASSARI: piazza Palazzo ore 17.30 – COBAS Sardegna, Sa Domo de Totus, Fronte dei Giovani Comunisti

 

locandina NO DRAGHI DAY 4 dicembre 2021 – COBAS Scuola Sardegna

NO DRAGHI DAY – CAGLIARI 04-12-2021

NO DRAGHI DAY – Sassari 04-12-2021

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SIT IN a SASSARI

La Casa di Tutti – Sa Domo de Totus

Fronte dei Giovani Comunisti

COBAS Sardegna

 

https://www.facebook.com/303389176940083/posts/978254949453499/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Corte dei Conti: INVALSI, ma cosa combini, e quanto ci costi? di Redazione ROARS 18 Novembre 2021

Corte dei Conti: INVALSI, ma cosa combini, e quanto ci costi?

di Redazione ROARS
18 Novembre 2021

https://www.roars.it/online/corte-dei-conti-invalsi-ma-cosa-combini-e-quanto-ci-costi/

corte-dei-conti-invalsi-ma-cosa-combini-e-quanto-ci-costi

La deprivazione sanitaria a Nuoro di Amedeo Spagnuolo – da il Manifesto Sardo 16 novembre 2021

La deprivazione sanitaria a Nuoro

di Amedeo Spagnuolo

da il Manifesto Sardo
16 novembre 2021

 

 

https://www.manifestosardo.org/la-deprivazione-sanitaria-a-nuoro/

RICORSO al Giudice del Lavoro RIVOLTO a DOCENTI e ATA PRECARI e/o attualmente di RUOLO che hanno STIPULATO CONTRATTI per SUPPLENZE BREVI e SALTUARIE negli ULTIMI 10 ANNI

RICORSO al Giudice del Lavoro RIVOLTO a DOCENTI e ATA PRECARI e/o attualmente di RUOLO che hanno STIPULATO CONTRATTI per SUPPLENZE BREVI e SALTUARIE negli ULTIMI 10 ANNI

In seguito all’Ordinanza n° 20015/18 della Corte di Cassazione, i COBAS SCUOLA SARDEGNA organizzano il RICORSO per Docenti e ATA precari, o di ruolo, che, negli ultimi 10 anni, hanno stipulato contratti di supplenza breve e saltuaria in sostituzione di personale assente.

Il ricorso è volto ad ottenere il rimborso delle voci stipendiali RDP (retribuzione professionale docenti) e CIA (compenso individuale accessorio) illegittimamente non corrisposte.

Le somme dovute ammontano a:

  • 175.50 euro per OGNI MESE di servizio prestato per il personale docente

  • 66.90 euro per OGNI MESE di servizio prestato per il personale Ata.

Per adesioni inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica cobascuola.ca@gmail.com contenente nome, cognome e numero di telefono.

COBAS Scuola Sardegna

ASSEMBLEA NAZIONALE del SINDACALISMO di BASE e CONFLITTUALE – ROMA 24 ottobre 2021 – MOZIONE FINALE

ASSEMBLEA NAZIONALE del SINDACALISMO

di BASE e CONFLITTUALE 

ROMA 24 ottobre 2021 – MOZIONE FINALE

Domenica 24 ottobre si è tenuta a Roma l’assemblea nazionale del sindacalismo di base e conflittuale che ha condiviso la valutazione positiva dello Sciopero Generale indetto unitariamente lo scorso 11 ottobre. L’assemblea ha espresso una forte soddisfazione per l’esito della mobilitazione unitaria che ha prodotto iniziative e manifestazioni in moltissime città, ha coinvolto un gran numero di settori e categorie, è riuscita ad aggregare altre forze e movimenti in una giornata di lotta sui temi del lavoro e ha fermato la circolazione delle merci in alcuni gangli vitali del paese. Per un giorno il paese ha dovuto prendere atto che c’è una parte del mondo del lavoro che non è disposta a chinare la testa di fronte ai piani del governo Draghi ed è pronta a dare battaglia.

L’assemblea ha espresso la volontà unanime di dare continuità al percorso unitario, anche tenendo conto di una valutazione di merito del contesto che stiamo vivendo, attivando una forma stabile di consultazione tra tutte le organizzazioni del sindacalismo di base, che sarà definitiva in seguito in modo più dettagliato.

Già dal prossimo 30 ottobre saremo di nuovo in piazza a Roma contro il G20 in uno spezzone unitario con la consapevolezza che i temi dell’ambiente e del clima sono parte integrante della nostra comune piattaforma di lotta contro lo sfruttamento capitalistico delle persone e della Natura, per i diritti del mondo del lavoro.

L’assemblea ha mostrato una particolare attenzione verso l’attacco alle libertà democratiche che oggi si manifesta sotto diverse forme: dalle ripetute azioni repressive contro attivisti e sindacalisti, all’utilizzo di agenti privati contro i lavoratori in sciopero; dai divieti al diritto di manifestare fino ai nuovi attacchi al diritto di sciopero. Pertanto, ha espresso la necessità di costruire una risposta unitaria e la più ampia mobilitazione contro questo clima fortemente repressivo.

Un clima nel quale i progetti di ulteriore limitazione degli spazi di rappresentanza ed agibilità sindacale tesi ad instaurare il monopolio concertativo di cgil, cisl e uil, procedono speditamente e contro i quali intensificheremo la mobilitazione.

Il nostro percorso ha al centro la lotta alle politiche filopadronali del governo Draghi e la piattaforma che abbiamo condiviso nello sciopero generale dell’11 ottobre. Al centro ci sono la lotta per il salario e per il reddito, la difesa del welfare delle pensioni, il contrasto all’aumento dei prezzi e delle tariffe, contro i licenziamenti e per la tutela della sicurezza sui posti di lavoro. L’assemblea ha inoltre espresso la necessità di contrastare i rinnovati propositi del governo di introdurre ulteriori provvedimenti che vanno nella direzione dell’autonomia differenziata tra le regioni.

L’assemblea ha infine espresso la necessità di mettere in cantiere l’organizzazione di ulteriori iniziative unitarie, tanto locali quanto nazionali, compresa la promozione di nuove iniziative di sciopero tanto di categoria quanto generali, sottolineando la necessità di estendere il più possibile la mobilitazione di tutti i lavoratori e le lavoratrici e dando impulso alla necessaria solidarietà fra lavoratori e settori popolari colpiti dalle politiche padronali e governative.

 

ADL COBAS, CLAP, COBAS SARDEGNA, CONFEDERAZIONE COBAS, 

CUB, ORSA, SGB, UNICOBAS, USB, USI-CIT

 

Mozione finale assemblea nazionale 24 ottobre 2021

 

 

Assemblea Sindacale dei COBAS Scuola Sardegna rivolta a tutto il personale ATA modalità telematica 28 ottobre 2021 ore 17.30

Assemblea Sindacale dei COBAS Scuola Sardegna rivolta a tutto il personale ATA 

modalità telematica 28 ottobre 2021 ore 17.30

A tutte/i le/gli ATA

iscritte/i e simpatizzanti

dei COBAS Scuola Sardegna

convocazione Assemblea Sindacale telematica personale ATA

COBAS Scuola Sardegna – giovedì 28 ottobre 2021 h. 17.30.

Comunichiamo che giovedì 28 ottobre 2021, dalle ore 17.30 alle ore 20,00, è convocata in modalità telematica un’Assemblea Sindacale dei COBAS Scuola Sardegna rivolta a tutto il personale ATA iscritto e simpatizzante per discutere il seguente O.d.G.:

1)   Piano delle Attività ATA (assegnazioni reparti, attività e uffici, carichi di lavoro, orari di lavoro, sostituzioni assenti, etc.);

2)   attività legate all’emergenza Covid19 e Green Pass;

3)   diritto alle 35 ore settimanali personale ATA (chi ne dovrebbe fruire);

4)   attività personale Amministrativo relative alle pratiche di pensione;

5)   varie ed eventuali.

 

Si ricorda che le Assemblee COBAS sono aperte a tutte/i le/i colleghe e colleghi interessate/i (anche non iscritti/e) e vista l’importanza degli argomenti confidiamo nella massima partecipazione.

Il collegamento potrà essere effettuato sulla piattaforma zoom al seguente link

https://us02web.zoom.us/j/82060869845?pwd=T0lGVTV2NWcvNmdwUktEOXREczFuQT09

 

per i COBAS Scuola Sardegna

(Nicola Giua e Bruno Firinu)

 

 

assemblea telematica ATA dei COBAS Scuola Sardegna 28 ottobre 2021 ore 17.30 – sito

 

 

Volti di Amedeo Spagnuolo – da il Manifesto Sardo 16 ottobre 2021

Volti

di Amedeo Spagnuolo

 

da il Manifesto Sardo
16 ottobre 2021

 

https://www.manifestosardo.org/volti/

 

 

Rassegna Stampa e vari interventi al termine del CORTEO di Cagliari nella giornata dello SCIOPERO Generale dell’11 ottobre 2021

Rassegna Stampa e vari interventi al termine del CORTEO di Cagliari nella giornata dello SCIOPERO Generale dell’11 ottobre 2021 indetto dai COBAS Scuola Sardegna e da tutte le Organizzazioni Sindacali concertative e di base.

 

intervento di Nicola Giua dei COBAS Scuola Sardegna al termine del CORTEO di Cagliari nella giornata dello SCIOPERO Generale indetto per il lavoro pubblico e privato l’11 ottobre 2021 dai COBAS Scuola Sardegna e da tutte le Organizzazioni Sindacali conflittuali e di base.
Video di L.Arrus

 

 

VIDEO del CORTEO di Cagliari e altri interventi al termine della Manifestazione in piazza del Carmine:

Confederazione Cobas, Usb e studenti

https://drive.google.com/folderview?id=1zQHJ1yClQzQCt9RCW2G66EBu2FOnOUlx

 

 

COBAS Scuola Sardegna
video del CORTEO di Cagliari nella giornata dello SCIOPERO Generale dell’11 ottobre 2021

https://drive.google.com/folderview?id=12sIVVYYlMrefSkajwe9wU1OqPL8578SZ

 

 

Scuola e salari:
Cobas e Usb in piazza

Sciopero generale, a Cagliari e centinaia di persone sfilano nel corteo.

di Francesca Melis
da L’Unione Sarda
12 ottobre 2021

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TGR RAI Sardegna
lunedì 11 ottobre 2021

SCIOPERO Generale del Sindacalismo di base
e Manifestazione Regionale con CORTEO a Cagliari.

Primo servizio sullo sciopero nei trasporti e secondo servizio sullo SCIOPERO Generale dell’11 ottobre 2021 e sul CORTEO di Cagliari.

COBAS Scuola Sardegna

https://www.rainews.it/tgr/sardegna/notiziari/index.html?/tgr/video/2021/10/ContentItem-80b05680-edf9-4147-83a5-e40ab02dee75.html

 

 

TG di TCS
Sciopero Generale e Manifestazione a Cagliari

servizio di Valentina Orgiu
11 ottobre 2021

https://youtu.be/Tx9r3UHSxDg?list=PLLAjpo3toxMdPqzefPBkFVTOjDjFLoKzm&t=399

 

 

Classi pollaio, no green pass e precariato: sindacati di base in piazza a Cagliari.

da YouTG.net
di Monica Magro 11 ottobre 2021

https://www.youtg.net/primo-piano/40186-classi-pollaio-no-green-pass-e-precariato-sindacati-di-base-in-piazza-a-cagliari

 

 

Cagliari. Manifestazione USB e COBAS per sciopero generale nazionale trasporti e scuola 11/10/2021

TELEREGIONE

https://www.youtube.com/watch?v=9oP7PYTM_eQ

 

 

Sciopero generale indetto dai Cobas sul territorio nazionale e regionale. Coinvolti tutti i settori del lavoro pubblico e privato tra scuola, trasporti e sanità. La manifestazione isolana si è concentrata su Cagliari mentre a Sassari, in piazza Castello, ha protestato il movimento studentesco.

da Canale 12

https://m.youtube.com/watch?v=m2Urb4P72Ig&feature=share

 

 

Protesta a Cagliari: “No ai tagli alla sanità, no al green pass e no al fascismo”.

da castedduonline
di Paolo Rapeanu
11 ottobre 2021

https://www.castedduonline.it/protesta-a-cagliari-no-ai-tagli-alla-sanita-no-al-green-pass-e-no-al-fascismo/

 

 

SCIOPERO. PROTESTA A CAGLIARI: NO FASCISMO E GREEN PASS /VIDEO – 11 ottobre 2021

di Andrea Piana (Api/ Dire)

 

 

 

Scioperi: corteo a Cagliari per scuola, sanità e trasporti.

da ANSA Sardegna
11 ottobre 2021

https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2021/10/11/scioperi-corteo-a-cagliari-per-scuola-sanita-e-trasporti_90bfb60d-6f5e-4560-b7f8-90af9e859edf.html

https://www.ansa.it/sito/videogallery/italia/2021/10/11/cagliari-al-corteo-dello-sciopero-lo-striscione-no-fascismo-no-green-pass_322aeecd-5d7c-4cc0-8c59-34d04072f466.html

LE SEDI SINDACALI NON SI TOCCANO – COBAS Scuola Sardegna

LE SEDI SINDACALI NON SI TOCCANO

Comunicato di solidarietà alla Cgil e di condanna per l’assalto alla sede romana.

COBAS Scuola Sardegna

LE SEDI SINDACALI NON SI TOCCANO – COBAS Scuola Sardegna

gravi problematiche per tamponi Green Pass – COBAS Scuola Sardegna – 09-10-2021

Al Presidente del Consiglio dei Ministri

Al Ministro degli Interni

Al Prefetto di Cagliari

Al Prefetto di Nuoro

Al Prefetto di Oristano

Al Prefetto di Sassari

Al Presidente della Regione Sardegna

Al Direttore Generale

Ufficio Scolastico Regionale Sardegna

Si allega una nota dei COBAS Scuola Sardegna su “Emergenza e Criticità nel poter effettuare i tamponi necessari ad ottenere la Certificazione Verde a partire dal giorno 15 ottobre 2021”.

Saluti

per i COBAS Scuola Sardegna

Nicola Giua

gravi problematiche tamponi Green pass – COBAS Scuola Sardegna

 

 

Risposta Ministero Istruzione su SCIOPERO Scuola nei Comuni interessati alle elezioni. La SCUOLA può SCIOPERARE l’11 ottobre 2021 anche nei Comuni interessati alle prossime elezioni.

La SCUOLA può SCIOPERARE l’11 ottobre 2021 anche nei Comuni interessati alle prossime elezioni.

risposta URGENTE del Ministero dell’Istruzione su SCIOPERO Scuola nei Comuni interessati alle elezioni:

URGENTI COMUNICAZIONI SULLO SCIOPERO GENERALE DELL’11 OTTOBRE 2021

Comunicazione del Gabinetto del Ministro

Ufficio Relazioni Sindacali – Ministero dell’Istruzione

Il Gabinetto del Ministro dell’Istruzione ha immediatamente risposto alla DIFFIDA dei COBAS Scuola Sardegna ed ha comunicato che nei Comuni dove si terranno le elezioni i prossimi 10 e 11 ottobre 2021 il SETTORE ISTRUZIONE (e quindi tutte le scuole) NON figura tra quelli esonerati dalla partecipazione allo sciopero e, quindi, i lavoratori e lavoratrici della SCUOLA POSSONO ADERIRE allo SCIOPERO Generale di lunedì 11 ottobre 2021 anche in Sardegna, Sicilia e Trentino – Alto Adige.

Infatti, erroneamente, a causa di una nota poco chiara della Funzione Pubblica e del Ministero dell’Istruzione molte/i Dirigenti Scolastici non hanno adempiuto alle comunicazioni previste dalla Legge n. 146/1990 non comunicando l’indizione dello SCIOPERO Generale al personale delle loro scuole ed a genitori e studenti.

Si inoltra di seguito la comunicazione tramite posta elettronica del Ministero dell’Istruzione delle ore 15:33 dell’8 ottobre 2021.

 

per i COBAS Scuola Sardegna

Nicola Giua

 

 

———- Forwarded message ———

Da: Gab.tto Del Min.- Uff. Unico <gabmin.relazionisindacali@istruzione.it>

Date: ven 8 ott 2021 alle ore 15:33

Subject: URGENTI COMUNICAZIONI SULLO SCIOPERO GENERALE DELL’11 OTTOBRE 2021

To: Direzione Regionale Sardegna <direzione-sardegna@istruzione.it>, Direzione Regionale Sicilia <direzione-sicilia@istruzione.it>, Alessandro Daldoss <alessandro.daldoss@provincia.tn.it>, assunzionecarriera@provincia.bz.it <assunzionecarriera@provincia.bz.it>, bildungsverwaltung@provincia.bz.it <bildungsverwaltung@provincia.bz.it>, culturayintendenzaladina@prov.bz.it <culturayintendenzaladina@prov.bz.it>

Cc: TOMASI ANDREA <andrea.tomasi4@istruzione.it>, Camilleri Tommaso <tommaso.camilleri@istruzione.it>, cobascuola.ca@gmail.com

 

Pervengono allo scrivente ufficio richieste di chiarimento circa l’esclusione o meno del settore “istruzione” dallo sciopero generale indetto da varie sigle sindacali (ADL COBAS, Confederazione COBAS, COBAS Scuola Sardegna, CUB, SGB, SI COBAS, SIAL COBAS, SLAI COBAS S.C., USB, USI CIT, CIB UNICOBAS, CLAP e FUORI MERCATO, USI – Unione Sindacale Italiana – Confederazione sindacale fondata nel 1912, nonché le Associazioni sindacali FLMU, ALL COBAS, SOL COBAS e SOA, con adesione dell’Associazione Sindacale Unicobas Scuola e Università, CUB SUR, ORSA, USI EDUCAZIONE, USB VVF, USB PI, SIDL e USI LEL) per l’intera giornata dell’11 ottobre 2021, diramato dallo scrivente ufficio con la nota prot. 42054 del 30 settembre 2021.

 

A tal proposito, come indicato nella richiamata nota, nonché nella comunicazione del competente Dipartimento della Funzione Pubblica, reperibile al link riportato nella stessa (http://www.funzionepubblica.gov.it/content/dettaglio-sciopero-id_sciopero=173&indirizzo_ricerca_back=/content/cruscotto-degli-scioperi-nel-pubblico-impiego), si precisa che, a seguito degli interventi della Commissione di Garanzia, “Le predette Associazioni, in osservanza delle indicazioni della Commissione di Garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, hanno comunicato l’esonero dallo sciopero dei settori nei Comuni interessati dalle consultazioni elettorali delle Regioni Autonome Trentino Alto Adige, Sardegna e Sicilia e di cui alle note prot. 10516 e prot.10518 del 13.09.201 della Commissione” .

 

Fra i suddetti settori indicati nelle note prot. 10516 e prot.10518 del 13.09.201 della Commissione di Garanzia non figura il Comparto Istruzione.

 

Si prega di dare massima e urgente diffusione alla presente comunicazione presso tutte le istituzioni scolastiche, nonché in favore dell’utenza.

 

Si ringrazia per la consueta collaborazione.

Ministero dell’Istruzione

Uffici di diretta collaborazione del Ministro

Unità Relazioni Sindacali – gabmin.relazionisindacali@istruzione.it

DIFFIDA dei COBAS Scuola Sardegna

diffida a Istituti Scolastici Sardegna SCIOPERO 11-10-2021 – COBAS Scuola Sardegna

 

 

DIFFIDA dei COBAS Scuola Sardegna a Istituzioni Scolastiche su SCIOPERO Generale dell’11 ottobre 2021 – la SCUOLA può SCIOPERARE anche nei COMUNI dove si VOTA

Comunicazione inviata a tutte le Istituzioni Scolastiche della Sardegna al Ministero dell’Istruzione ed all’USR.

 

Si allega una formale DIFFIDA dei COBAS Scuola SARDEGNA in relazione allo SCIOPERO Generale  indetto dai COBAS Scuola Sardegna (e da tutte le Organizzazioni Sindacali di base), per lunedì 11 ottobre 2021, con invito al rispetto della normativa vigente.

In particolare si segnala, da parte di taluni Dirigenti Scolastici, la VIOLAZIONE della Legge n. 146/1990 poichè il settore SCUOLA può SCIOPERARE anche nei Comuni interessati alle elezioni Comunali nei giorni 10 e 11 ottobre 2021.

Si allegano i seguenti documenti:

– DIFFIDA dei COBAS Scuola Sardegna 8 ottobre 2021;

– indicazione Commissione di Garanzia Sciopero 13/09/2021;

– comunicazione OO.SS. dei settori esclusi dallo Sciopero Generale 14/09/2021;

– nota Ministero Istruzione del 30 settembre 2021

 

 

Saluti

per i COBAS Scuola Sardegna

Nicola Giua

diffida a Istituti Scolastici Sardegna SCIOPERO 11-10-2021 – COBAS Scuola Sardegna

indicazione Commissione Garanzia Sciopero 13-09-2021

comunicazione esonero settori sciopero generale 11-10-2021

nota Ministero Istruzione Sciopero Generale 11 ottobre 2021

locandina SCIOPERO Generale 11 OTTOBRE 2021 – COBAS Scuola Sardegna

SCIOPERO Generale lavoro Pubblico e Privato 11 ottobre 2021 e MANIFESTAZIONE Regionale a CAGLIARI ore 09.30 p.zza Garibaldi

lunedì 11 OTTOBRE 2021

i COBAS Scuola Sardegna hanno indetto con tutte le organizzazioni del sindacalismo conflittuale e di base

lo SCIOPERO GENERALE Nazionale dell’intera giornata di tutto il lavoro Pubblico e Privato

 

MANIFESTAZIONE REGIONALE a CAGLIARI

CORTEO da p.zza Garibaldi a p.zza del Carmine dalle ore 09.30

 

Lo Sciopero Generale è convocato per i seguenti obiettivi e per le ragioni che seguono: 

  • contro lo sblocco dei licenziamenti e per la riduzione generalizzata dell’orario di lavoro a parità di salario, al fine di contrastare l’attacco all’occupazione e ai salari e per il rilancio delle retribuzioni, con forti aumenti economici e con l’istituzione di un meccanismo di piena tutela dall’inflazione;

  • garanzia del reddito attraverso un salario medio garantito a tutti i disoccupati; per l’accesso gratuito e universale ai servizi sociali e per un unico sistema di ammortizzazioni sociali che garantisca la effettiva continuità di reddito e salario, contrasto alla precarietà e allo sfruttamento, abrogazione del Jobs Act, superamento degli appalti e del dumping contrattuale e forte contrasto all’utilizzo indiscriminato dei contratti precari;

  • rilancio degli investimenti pubblici nella scuola, nella sanità e nei trasporti, contro la privatizzazione, la mercificazione e lo smantellamento dei servizi pubblici essenziali, dei settori fondamentali, di pubblica utilità e delle infrastrutture; contro i progetti di autonomia differenziata e le attuali forme di regionalizzazione, per l’uguaglianza dei diritti e dei servizi su tutto il territorio nazionale;

  • per una vera democrazia sindacale, contro il monopolio delle organizzazioni sindacali concertative, per dare ai lavoratori il potere di decidere chi deve rappresentarli; per il diritto di sciopero e l’abrogazione di ogni normativa repressiva che ne mini e riduca l’efficacia, a partire dal decreto-Salvini;

  • per il rafforzamento della sicurezza dei lavoratori, dei sistemi ispettivi e del ruolo delle RLS; • per la tutela dei lavoratori immigrati e per il permesso di soggiorno a tutti gli immigrati;

  • contro ogni discriminazione di genere e per una vera parità salariale, occupazionale e dei diritti delle donne, nei luoghi di lavoro e nella società;

  • per la tutela dell’ambiente, il blocco delle produzioni nocive e delle grandi opere speculative;

  • contro il G-20 di Roma e le ipocrite passerelle dei padroni del mondo, per l’unità e la solidarietà internazionale tra le lotte dei lavoratori e degli sfruttati;

  • contro le servitù militari e le spese militari in continuo aumento. Contro le missioni militari all’estero utili solo agli interessi speculativi e devastanti per le popolazioni locali. La guerra in Afghanistan è solo l’ultima dimostrazione. Per la riconversione delle fabbriche di armi e la cessazione del loro commercio. Per investire le risorse nelle urgenti necessità sociali.

Nella SCUOLA:

 

PER un contratto che preveda veri aumenti ed almeno un pieno recupero salariale di quanto perso negli ultimi anni da Docenti e Ata e CONTRO la proposta di Recovery Fund sulla scuola che programma di utilizzare i fondi disponibili prevalentemente per la digitalizzazione selvaggia delle scuole; 

PER la stabilizzazione del precariato ed una vera, qualificata e rapida, campagna di assunzioni, con significative modifiche relativamente ai concorsi, per l’assunzione del personale Docente e Ata che tenga conto dei diritti pregressi e CONTRO le nomine con gli algoritmi che hanno provocato disastri sulla pelle di Docenti e Ata e produrranno un enorme contenzioso;

PER la riduzione del numero di alunni per classe a massimo 15 unità con la copertura di tutti i vuoti in organico del personale Docente (oltre 250mila docenti) ed Ata (almeno 30mila unità di collaboratore scolastico e 10mila fra personale di segreteria e assistenti tecnici), anche con riferimento a ciò che attiene agli ex Lsu-Lpu;

CONTRO la formazione di classi anche con 30 ed oltre alunni sulla base della normativa pre-vigente (che abbiamo sempre contestato), e senza tenere in alcun conto neanche le problematiche relative all’emergenza epidemiologica;

PER il potenziamento degli organici ATA, l’immissione in ruolo su tutti i posti vacanti ed il ripristino integrale delle sostituzioni con supplenze temporanee e

PER uno stato giuridico ed un mansionario degno del personale educativo;

PER un vero piano di investimenti per il risanamento dell’edilizia scolastica, per l’80% non a norma rispetto al DLgs 81/90 e per il 50% priva persino dell’agibilità e CONTRO le norme approvate in violazione dei vincoli contrattuali vigenti, del mansionario, nonché dello stato giuridico di Docenti ed Ata, per il rispetto della privacy di docenti e studenti (con l’uso spregiudicato di piattaforme e registri elettronici), e CONTRO l’abuso dell’utilizzo della cosiddetta DAD e DID che si vorrebbe istituzionalizzare e l’utilizzo, spesso antidemocratico, degli Organi Collegiali in modalità telematica;

CONTRO la norma del vincolo triennale di permanenza in una sede scolastica;

CONTRO qualsiasi imposizione di attività di formazione “obbligatorie” e gratuite che non hanno alcuna valenza didattica ma il cui scopo è ridurre gli organici e le sostituzioni;

CONTRO il delirio della didattica per “competenze”, ritenuta non solo inutile ma dannosa per la Scuola Pubblica Statale, recentemente rilanciata dal nuovo Ministro Bianchi;

CONTRO la normativa sui Green Pass per accedere ai posti di lavoro e per test veloci salivari gratuiti per tutte/i e screening di controllo periodici generalizzati;

PER lo sviluppo della Lingua, della Storia e della Cultura della Sardegna e per una Legge sulla Scuola Sarda. Contestiamo anche la politica della Regione Sardegna che utilizza grandissime risorse del bilancio per svolgere inutili attività (vedi progetti Iscol@) ed investe cospicue somme per finanziare le scuole private invece che fornire risorse economiche alle scuole pubbliche, spesso in agonia finanziaria, per sovvenzionare adeguatamente i trasporti, le mense, i convitti, l’edilizia scolastica e la lingua, la storia e la cultura Sarda.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MANIFESTO SCIOPERO Generale 11 ottobre 2021 – COBAS Scuola Sardegna

locandina SCIOPERO Generale 11 OTTOBRE 2021 – COBAS Scuola Sardegna

Torna all'inizio