Convegno sulla situazione geopolitica internazionale

chiesa-2L’attuale situazione geopolitica ci sta conducendo sull’orlo di una terza guerra mondiale.

Tutto quello che si sta svolgendo mi pare che sia il preannuncio di una crisi che è molto più grande di quello che stiamo vedendo. Siamo solo all’inizio, molti pensano che siamo alla fine, che stiamo guardando alla fine del tunnel, ma io penso che al contrario, siamo nel pieno di inizio di un dramma mondiale che quasi nessuno conosce perché non gli viene raccontato

Giulietto Chiesa è convinto che esistano dei centri che dispongono di vaste informazioni sullo stato del pianeta. Informazioni che non condividono e che consentono loro di esercitare un’influenza decisiva sugli eventi planetari. Ribadisce che non esiste alcun ordine mondiale, questa leadership ombra ha una parte emergente, composta dall’attuale Amministrazione USA. Per ora sono interessati a destabilizzare il pianeta per costruire un nuovo ordine, “contro l’anarchia” da loro stessi creata. Si preparano al grande confronto-scontro con la Cina.

Un interessante incontro organizzato da “Monserrato in MoVimento” del gruppo M5s

SABATO, 24 giugno, alle ore 17,30 presso la Sala Multimediale del Comune di Monserrato, in Piazza Maria Vergine

Trasferimenti scuola primaria SARDEGNA

Alleghiamo i TRASFERIMENTI delle/degli insegnanti di Scuola Primaria di Cagliari, Nuoro, Oristano e Sassari.

 

per i COBAS Scuola Sardegna
Nicola Giua

Manifestazione contro il G7 – Trasporti a Cagliari

G7-2Al danno ora si aggiunge anche la beffa!

 Proprio così: Il governo italiano ha deciso che l’incontro dei G 7 trasporti si terrà a Cagliari, in Sardegna.
 Gli abitanti di quest’Isola, oltre al fatto di usufruire del sistema di trasporti meno efficiente di gran parte d’Italia,
 dovranno sopportare per due giorni la “visita” di questi personaggi e del codazzo di “accompagnatori” al seguito.
  Il Cagliari Social Forum ha deciso di indire una manifestazione-corteo
  per il giorno 20 a partire dalle ore 18.30 a Cagliari, con concentramento in P.zza Garibaldi, per dire a questi signori che loro non sono graditi

 Non sono gradite le politiche che loro e i loro governi hanno portato e portano avanti negli anni.

Tutte e tutti sono invitati a partecipare e a diffondere l’informazione, oltre che a manifestare anche con la loro presenza il proprio dissenso.

In allegato il volantino, con preghiera di diffusione:

Volantino manifestazione G7 (pdf)

Decreto MIUR per GRADUATORIE di II e III fascia

Comunichiamo che il 1° giugno 2017 è stato pubblicato dal MIUR il Decreto Ministeriale per il rinnovo delle graduatorie di II e III fascia.

La scadenza per la presentazione delle domande è il 24 giugno 2017.
Di seguito potete scaricare tutti i materiali utili:

A FORAS FEST – Die contra a s’ocupatzione militare

aforas-2Ai collettivi, associazioni, individualità, comitati, organizzazioni politiche:

abbiamo immaginato il corteo del 2 giugno come un corteo comunicativo, fatto e costruito per avvicinare sarde e sardi al tema dell’occupazione militare della Sardegna, la speculazione sul territorio e le conseguenze nocive in termini di occupazione, salute, ambiente, etica, disinvenstimento sul welfare. Convinti di non avere nè bibbie nè costituzioni pronte e neanche di poter dare una visione completa e puntuale su tutti i quadri che ci piacerebbe affrontare, chiediamo a voi di dare un contributo durante il corteo in forma di intervento non superiore ai 5 minuti (per favore). In cima al corteo ci sarà il camion con il service nel quale si intervalleranno pezzi musicali, live, letture e appunto, interventi. Nel caso in cui vi faccia piacere contribuire scrivete a Nicolino Piras, o mandate una mail a niguz@hotmail.it in modo da organizzare al meglio lo spazio per tutt*.

Al pomeriggio ci sarà ugualmente la possibilità di dare il proprio contributo organizzando uno stand informativo o un banchetto di autoproduzioni e benefit. Per avere uno spazio durante il concerto al colle san Michele potete scrivere a Giada Cilloco (3454533153) FabioPetretto (3494720501)

 

A Foras – Contra a s’ocupatzione militare de sa Sardigna

Centinaia di scuole dicono NO alla assunzione diretta dei docenti da parte dei presidi

Comunicato-stampa

E compaiono anche parecchi presidi “inerziali”

Una delle norme più contestate e devastanti della Legge 107 è la “chiamata diretta”, che mira a stravolgere completamente il reclutamento dei docenti. Con essa infatti, il preside può scegliere a suo insindacabile giudizio, dall’ambito territoriale di riferimento, i docenti da far venire nella “sua” scuola con un incarico triennale che potrà o meno confermare alla fine del triennio. Cgil, Cisl, Uil e Snals, anziché battersi per l‘abrogazione di tale norma, stanno cercando, con una sorta di pre-Contratto Integrativo siglato l’11 aprile con il MIUR, di dar vita ad uno pseudo-coinvolgimento del Collegio docenti nella “chiamata diretta”. Infatti, in tale (altro…)

Mozione COBAS per Collegi Docenti – NO alla chiamata diretta dei docenti e NON approvazione criteri

NO alla chiamata diretta dei docenti e NON approvazione criteri-requisiti. Proposta mozione COBAS per i Collegi dei Docenti

Alleghiamo la MOZIONE, proposta dai COBAS Scuola, per i prossimi Collegi dei Docenti sul punto relativo alla delibera dei criteri-requisiti per la chiamata diretta dei docenti dall’ambito territoriale per incarico triennale da parte dei dirigenti scolastici.
Trovate tra gli allegati anche la nota del MIUR del 19 aprile 2017 con l’ipotesi di CCNI concernente (altro…)

OTTIMO il BOICOTTAGGIO ai quiz Invalsi in Sardegna nonostante il DIVIETO di SCIOPERO nelle superiori

Comunicato Stampa – 9 maggio 2017

In Sardegna, nonostante il gravissimo sopruso della Commissione di Garanzia, con il DIVIETO di SCIOPERO per i Docenti e Ata nelle Scuole Superiori, OTTIMA riuscita del BOICOTTAGGIO contro i distruttivi quiz INVALSI  

Nonostante il DIVIETO di SCIOPERO per i Docenti e gli Ata delle Scuole Superiori il BOICOTTAGGIO dei quiz INVALSI in Sardegna è oggi ottimamente riuscito grazie all’indisponibilità alla collaborazione per l’effettuazione degli insulsi indovinelli da parte di tanti docenti ed alla significativa adesione alla protesta di tantissimi STUDENTI (con il beneplacito di moltissimi genitori che hanno capito quanto sia inutile e deleterio questo rito per i loro figli quindicenni).

Abbiamo conferma da tutta la Sardegna di interi Istituti dove i Quiz INVALSI sono SALTATI completamente in un numero altissimo di classi o sono stati (altro…)

Contro i quiz Invalsi del 9 maggio

Comunicato-stampa

Dopo il gravissimo sopruso della Commissione di Garanzia che impedisce alla scuola di scioperare il 9 maggio contro i quiz Invalsi, sosteniamo il boicottaggio studentesco dei dannosi indovinelli e la non-collaborazione dei docenti

Dopo i buoni risultati dello sciopero del 3 maggio nella scuola dell’Infanzia, Primaria e Media di primo grado contro i quiz Invalsi, avevamo in programma per domani analogo sciopero nelle scuole Superiori, entrambi motivati dal fatto che i decreti attuativi della legge 107 hanno aggravato ulteriormente la distruttiva centralità già attribuita all’Invalsi come strumento-chiave per la valutazione delle scuole, degli studenti, dei docenti e della qualità dell’insegnamento. Nella scuola Media di Primo grado (altro…)

Incontro con Anselm Jappe – Critica della finanza, critica del neo-liberalismo o critica del capitalismo?

JappeSABATO 20 MAGGIO, ORE 17.30 – BIBLIOTECA AUTOGESTITA ZARMU – VIA SAN GIACOMO 117

Incontro con Anselm Jappe dal titolo: Critica della finanza, critica del neo-liberalismo o critica del capitalismo?

Quando tutta la nostra esistenza è impostata sull’economia è difficile persino immaginare spazi e atti della nostra vita che se ne sottraggano. Spingersi fuori da tale dimensione può fare percepire un senso di vuoto e di vertigine, un non-senso della propria esistenza, ma può anche provocare una sensazione di vita, di opportunità lasciate aperte che esistono fuori dall’economico, in cui l’immaginazione, la creatività, lo scambio affettivo e giocoso occupano gli spazi lasciati liberi.

Coordinamento Studenti, Insegnanti, Genitori contro la 107

CHE FARE IL 9 MAGGIO CONTRO I QUIZ INVALSI?

Vista l’impossibilità coatta a scioperare per il giorno 9, i colleghi che intendono opporsi ai quiz possono:
1.     inviare al preside la dichiarazione di indisponibilità a somministrare e /o correggere i quiz (in allegato trovate due modelli: uno è più completo e può essere usato sia per dichiarare l’indisponibilità alla Somministrazione, Correzione e/o Tabulazione, mentre con il secondo ci dichiariamo indisponibili alla correzione e tabulazione nei casi in cui non si siano somministrati i quiz ed i DS chiedano di svolgere le altre attività). Spesso i presidi, pur di non avere rogne, individuano docenti “più disponibili”;
2.     se il preside insiste, fare presente che prenderete in considerazione (altro…)

Revoca sciopero 9 maggio 2017

REVOCA SCIOPERO NAZIONALE Scuola Secondaria di Secondo Grado 9 maggio 2017 

Abbiamo appreso, prima con grande sorpresa e sconcerto poi con decisa indignazione, del divieto frapposto dalla Commissione di Garanzia allo sciopero da noi convocato per il 9 maggio prossimo nella scuola secondaria di secondo grado, divieto motivato dalla sovrapposizione di uno sciopero di tutto il Pubblico Impiego convocato da una organizzazione denominata “Federazione dei Sindacati Indipendenti” (altro…)

Gravissimo divieto della Commissione di garanzia che impedisce lo sciopero del 9 maggio contro i quiz Invalsi

Comunicato-stampa

Dopo lo sciopero di ieri contro i quiz Invalsi e la legge 107 nella scuola dell’Infanzia, nella Primaria  e Media di primo grado, gravissimo e ultra-discriminatorio intervento della Commissione di Garanzia che impedisce ai lavoratori/trici di effettuare il 9 maggio l’analogo sciopero nella scuola Superiore

Lo sciopero di ieri contro i quiz Invalsi e i decreti attuativi della legge 107 ha avuto un buon successo in tante città ed un risultato eccellente in particolare in Sardegna dove, anche grazie alla partecipazione di tanti genitori che hanno tenuto i figli/e a casa, un numero elevato di scuole sono state completamente chiuse per lo sciopero di docenti e ATA e.  in generale, i quiz sono saltati parzialmente o totalmente in centinaia di scuole, cosicché i disastrosi indovinelli non sono stati propinati a migliaia di alunni/e della primaria. Come abbiamo più volte ricordato, lo sciopero e il boicottaggio dell’Invalsi sono stati motivati dal fatto che (altro…)

Torna all'inizio